Moodboard, strumento di pace

Cos’è la Moodboard?

La Moodboard, o inspiration board, è un collage di immagini di esempio o di oggetti reali, messi insieme con lo scopo di orientare dall’inizio alcune scelte in vari settori. E fondamentale per tutti quelli che lavorano nei settori cosiddetti creativi, dai web designers ai wedding planner o agli stilisti in tutti i campi della moda. Può essere molto utile per dirigere la progettazione nella giusta direzione, evitando inutili sprechi di tempo.

MOODBOARD Moodboard, strumento di pace

Una Moodboard è estremamente utile per le presentazioni o creazioni di progetti di stampa, come brochure, biglietti da visita, manifesti pubblicitari ma anche per la costruzione e il lancio di nuovi prodotti commerciali. Molto spesso sono realizzate con oggetti reali, selezionando, per esempio, campionature di legni, piastrelle e particolari nel campo della progettazione degli interni o nella ristrutturazione anche di un singolo ambiente.

Gli interior designers usano sempre più spesso tavole riassuntive con esempi e soluzioni di arredo, oppure presentano al cliente una selezione dei prodotti in commercio che caratterizzeranno i vari ambienti e l’intero progetto. Proprio nel campo dell’architettura degli interni, ricorrendo alle mooboard è possibile dirigere con maggiore consapevolezza le scelte compositive. I committenti partecipano fin dall’inizio alle scelte progettuali con più coinvolgimento.

Le moodboard sono una sorta di road map creativa, la traccia da seguire, ma rappresentano il primo passo, ne senso che il progetto è letteralmente all’inizio, non ci facciamo illusioni. Ma si tratta di un ottimo inizio, perchè i clienti che commissionano un lavoro creativo ad uno studio di grafica o ad un architetto, molto spesso non hanno ben chiare le idee e possono portare la progettazione molto lontano rispetto alle loro reali esigenze sia estetiche che pratiche. Questo provoca un doppio danno, sia per il progettista che per il cliente. Con una moodboard invece, molto veloce da eseguire da parte di noi progettisti, è possibile eliminare molte incertezze e puntare direttamente al bersaglio.

Le moodboard possono essere composte da testo, texture, modelli e, come ho già detto, anche da oggetti reali. Gli utilizzi sono tantissimi, per esempio nella progettazione di un oggetto di design o di un marchio, nella composizione della copertina di un libro o di un poster, di un sito web o di un’intera campagna pubblicitaria, per non parlare del suo enorme potenziale nel campo della progettazione degli interni, vista la mole di scelte che a volte i progettisti sono costretti ad affrontare. Insomma la Moodboard rende felici sia i progettisti che i clienti. Garantito dall’esperienza diretta.

Ecco alcune moodboard nel campo dell’arredamento degli interni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *